La posizione corretta in ufficio : senza posizioni malsani

Quante volte non ti sei trovato con dolori alla schiena, alle spalle o al collo dopo che ti sei alzato dall'ufficio? Oppure con mal di testa, agli occhi o alla colonna? Tutto è causato dalla posizione errata adottata. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone che lavorano in ufficio o trascorrono tante ore davanti al computer non sanno o non seguono alcune regole semplici che assicurano una posizione corretta durante l'orario di lavoro.


1. Scegli l'ufficio e la sedia giusta.

Invano ti sforzi ad avere una posizione corretta se l'ufficio e la sedia non te lo permettono. Le migliori sedie da ufficio sono quelle ergonomiche, che ti dà maggiore confort, combatte la tensione che si accumula nei muscoli quando stai seduto per più ore senza alzarti e ti mantiene la schiena dritta.

E' importante regolare l'altezza e l'inclinazione dello schienale in base alla tua altezza e di quella del ufficio in cui lavori.  Lo schienale deve sostenere la schiena, e l'altezza della sedia non deve superare quella delle tue spalle quando si è seduti. Il tuo ufficio deve essere abbastanza  grande da fornirti lo spazio necessario per le tue attività.

2. Posizione ideale del corpo

La parte centrale e quella posteriore dovrebbero essere attaccate allo schienale. Non stare una gamba sopra l'altra o una gamba sotto di te - entrambi i piedi devono toccare il pavimento. Tieni le mani e la gambe ad un angolo di 90°. Non tenere i gomiti sulla scrivania o sul schienale della sedia !

Tra lo schermo del computer portatile o il monitor del computer e i tuoi occhi deve esserci una distanza di 70 cm. Il mouse  deve essere posizionato vicino al bordo della scrivania in modo da tenere sempre i gomiti a un angolo di 90°.


3. Cambia la tua posizione ogni 30 minuti.

Anche se hai una postura corretta in ufficio, non è abbastanza. Per evitare il mal di schiena, collo e spalle, devi alzarti dalla sedia almeno una volta ogni 30 minuti. Fai una pausa caffè, parla al telefono mentre sei in piedi o semplicemente alzati e fai alcuni esercizi di stretching che mettono il tuo sangue in movimento.

Articolo tradotto da,
Maria Laura.

Nessun commento: