La salute - Un processo di trasformazione permanente

L’uomo moderno sembra di aver dimenticato la via verso la natura, verso la pace, verso se stesso.
Vivendo in un mondo della concorrenza feroce, circondato da violenza, bombardato con cibo modificato genetico o pieni di ingredienti chimici, invaso da campi elettromagnetici profondamente dirompente, l’uomo è arrivato il prigioniere dell’ambiente che si ha creato.

Così, il ricordare degli abitudini sane e la coltivazione del gusto per tutto ciò che è BUONO per la VITA, si impone come un bisogno acuto per il mantenimento e la rivincita della salute.
Il diritto alla salute è uno dei nostri diritti fondamentali, così come l’educazione. La salute è una condizione essenziale per tutti gli altri campi e attività della nostra vita, per i livelli alti di competenza, per le performance, per la semplice felicità di vivere, per coloro che amiamo e hanno bisogno di noi sani, prosperi e creativi.
Purtroppo la linea che separa la malattia e la salute è molto sottile.
La salute apparente (manifestata dall’assenza dei sintomi) non vuol dire per forza l’assenza della malattia nel corpo, così come la presenza di certi sintomi non significa per forza malattia, può significare TRASFORMAZIONE o autentica crisi di guarigione.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità dimostra che, 50% del totale delle cause di morti sono dovuti a uno stile di vita malsano, di cui il fumare, l’abuso di alcol, sedentarismo, l’alimentazione irrazionale, hanno effetti particolarmente nocivi. Con altre parole, la metà delle cause di mortalità sono prevedibili coltivando uno stile di vita sano.
La salute è definita come benessere da punto di vista fisico, mentale e sociale di una persona. La salute non è solo l’assenza della malattia o infermità (Organizzazione Mondiale della Sanità).
La natura umana, con tutte le sue componenti (CORPO, ANIMA, SPIRITO) trova la perfezione.


In conclusione: La salute è una Continuum, UNA CONDIZIONE CHE VARIA e che va e deve essere nutrita è mantenuta.

Nessun commento: